News - La Privacy Europea

Vai ai contenuti

Torino, clienti e dipendenti spiati da 17 telecamere nascoste: negoziante denunciata

La Privacy Europea
Pubblicato da in News · 6 Settembre 2017
Nella sua rivendita a Porta Palazzo la donna aveva nascosto "occhi elettronici" in oggetti di ogni tipo ma senza autorizzazioni e cartelli a tutela della privacy. "Devo difendermi da ladri e rapinatori" si è giustificata
Fonte http://torino.repubblica.it
Clienti e dipendenti venivano tutti spiati da telecamere abusive in un negozio del quartiere multietnico di Porta Palazzo, a Torino. La Guardia di finanza, durante un controllo sull'etichettatura e la conformità dei prodotti, ha trovato 17 microtelecamere installate abusivamente, alcune delle quali abilmente nascoste all'interno di oggetti di vario tipo, e due monitor che permettevano di tenere sotto controllo l'intero locale. Gli "occhi elettronici" sorvegliavano dunque tutti i presenti, clienti e dipendenti, a loro insaputa. "Devo dfendermi da ladri e rapinatori" ha spiegato la donna ai militari.

E' emerso che i dipendenti non avevano sottoscritto il consenso informato sulla privacy e che nessuna richiesta era stata inviata al competente ufficio dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro. Inoltre, all'interno del locale, nessun cartello segnaletico informava chie entrava della presenza dell'impianto. L'intero sistema di video sorveglianza è stato sottoposto a sequestro. L'imprenditrice di nazionalità cinese, L. J., 35 anni, titolare del negozio, è stata denunciata per violazione sia dello Statuto dei lavoratori sia del Testo unico sulla privacy: dovrà, in breve tempo, regolarizzare l'impianto e richiedere le necessarie autorizzazioni. Stabilite anche contestazioni di carattere amministrativo.


Torna ai contenuti